Categorie
Natale Ricerca

Fai un regalo di Natale per la ricerca!

Ecco i regali di Natale FID 2021, che finanziano la ricerca di una cura definitiva al diabete di tipo 1.

I regali di Natale di FID valgono di più, perché non solo faranno felici le persone a cui li donate, ma porteranno anche la speranza che viene dalla ricerca scientifica a tutte le persone con diabete di tipo 1. Infatti, tutto il ricavato dei regali andrà a finanziare la ricerca di una cura definitiva al diabete di tipo 1

Ci sono regali per tutti, grandi e piccini!

Abbiamo molte novità: la prima sono i Biglietti di Auguri della Fondazione Italiana Diabete

I biglietti cartacei che finanziano la ricerca costano 1,60 euro l’uno e vengono recapitati a casa. Si richiede un ordine minimo di 20 biglietti.

Per chi vuole stamparli personalmente, l’offerta minima per scaricare il modello è 5 euro.

Infine, per chi vuole inserire gli auguri di Natale della Fondazione nella sua firma digitale alle mail e aiutare così la ricerca, l’offerta minima per il biglietto digitale è di 2 euro.

I FIDotti, i draghetti mascotte della Fondazione Italiana Diabete, sono la grande novità di questo Natale 2021.

Per sapere di più sulla loro storia puoi leggere qui.

I FIDotti sono interamente fatti a mano dalle signore volontarie di FID con materiale anallergico e adatto ai bimbi. Stanno finendo rapidamente, quindi consigliamo di prenotarli subito scrivendo a segreteria@fondazionediabete.org.

La donazione minima per un FIDotto è di 55 euro.

Quando termineranno, sarà possibile prenotarli comunicando la data di compleanno della bambina o del bambino cui si vogliono regalare.

GRIG ormai lo conoscete è il draghetto che ha perso il suo fuoco e che affronta mille peripezie per ritrovarlo. “L’avventura di Grig” è una favola scritta e disegnata da Leo, nei giorni successivi alla sua diagnosi di diabete di tipo 1. E’ una favola magica che racconta ai bimbi come si possono superare tutti gli ostacoli e ai grandi l’immensa saggezza e forza dei bambini. Leo e la sua famiglia l’hanno regalata a FID per finanziare la ricerca e chi vuole può downloadare qui l’e-book con un contributo di 10 euro.

Ecco un’altra novità di questo Natale.  “Le Filastrocche della Buonanotte” sono oltre cinquanta poesie per i bimbi, scritte e donate a FID da Maria Fiorella Perrucci, la mamma di una ragazza con diabete di tipo 1. Con un contributo di 10 Euro è possibile scaricarle qui e leggerle ai vostri bimbi prima di dormire o farle leggere loro perché imparino la lettura.

Guarda che cosa mangiè un libro sulla corretta alimentazione e sulla conta dei carboidrati, le cui royalties vanno a finanziare la ricerca di FID. Può essere un bel regalo di Natale per chi ha il diabete, non solo di tipo 1, ma anche per le persone senza patologie che possono imparare ad alimentarsi correttamente.

Con un contributo minimo di 15 Euro è possibile ricevere il libro direttamente a casa vostra.

Se invece siete appassionati di fotografia ci sono degli scatti magnifici che aspettano solo di essere stampati! Marco Marongiu, persona con diabete di tipo 1, ha messo a disposizione di FID alcuni dei suoi bellissimi scatti, come quello qui sotto, nell’iniziativa “Uno scatto per uno scatto in avanti nella cura del diabete di tipo 1”.

Come funziona?

  1. andate sulla pagina Facebook dell’iniziativa e scegliete la foto o le foto che vi piacciono di più, segnandovi il codice. Qui: https://www.facebook.com/Uno-scatto-per-uno-scatto-in-avanti-verso-la-cura-del-Diabete-T1-100723048562501
  2. Poi andate qui, lasciate il vostro contributo (se potete, un minimo di 10 euro), scrivete la vostra mail e la foto che desiderate: https://fondazionediabete.org/dona-per-la-cura/#dona
  3. Vi arriverà la foto via mail o via wetransfer e a quel punto potete decidere come stamparla e incorniciarla (peraltro Marco è pronto a darvi molti consigli in merito, sempre sulla pagina facebook di “uno scatto per uno scatto in avanti”).

Ecco l’ennesima sorpesa di questo Natale! La generosità di Marco Marongiu, che ha regalato le sue foto alla FID per raccogliere fondi, ha contagiato anche i suoi amici. Uno degli amici di Marco, Alessandro Vegetti, ha deciso di usare le foto di Marco e altre foto per decorare una linea di radiatori che finanzia la ricerca. Per ogni radiatore venduto FID riceverà 50 euro. Certo, non è che i radiatori si comprano tutti i giorni, ma se ne aveste bisogno, potete aiutare la ricerca di una cura anche anche così: andate su www.radiatorsonly.com e cercate i radiatori che sostengono FID.

Ed infine degli accessori super trendy per chi ha il diabete ed indossa sensori e microinfusori!

La New3D propone fasce e sostegni in gomma per sensori e microinfusori fatti con la stampante 3D. L’azienda è nata per volere dei genitori di una bimba con diabete di tipo 1. Per ogni articolo venduto, viene donato 1 euro alla ricerca di FID. Gli articoli sono moltissimi e per tutti i gusti, li trovate qui: https://www.new3d.it/

Nella speranza che i nostri “regali per la ricerca” vi piacciano , Fondazione Italiana Diabete augura a tutti un Natale sereno e pieno di affetto!

Categorie
Natale Novità Raccolta Fondi Ricerca

Ecco i FIDotti, i draghetti che fanno bene alla ricerca di una cura

Si chiama “FIDotto” ed è la mascotte di Fondazione Italiana Diabete. Abbiamo scelto un draghetto per rappresentarci perchè crediamo che per gestire il diabete di tipo 1, si debba essere un poco dei “draghi”: attenti, consapevoli, capaci, sempre pronti a reagire e sistemare le cose e poi bisogna non lasciarsi abbattere e combattere sempre un pochino.

La piccola Chiara con il suo FIDotto arancione

I “FIDotti” nascono dalla favola “L’avventura di GRIG”, scritta in ospedale da Leo, un bambino di 8 anni, cui era stato appena diagnosticato il diabete di tipo 1. La favola narra di un draghetto che ha perso il suo fuoco e delle sue avventure per ritrovarlo. Leo ha donato la sua favola alla FID per raccogliere fondi per la ricerca di una cura del diabete di tipo 1 e potete trovarla qui. Dalla favola di GRIG è nata la mascotte della Fondazione.

Leo, che ha scritto “Le avventure di GRIG” dorme abbracciato al suo “FIDotto” verde

I FIDotti sono un magnifico regalo di Natale per tutti i bambini: l’intero ricavato dalla vendita dei FIDotti viene interamente devoluto per la ricerca di una cura definitiva al diabete di tipo 1.

Un FIDotto arancione

I FIDotti sono disponibili in tanti colori diversi, sono interamente fatti a mano con materiale anallergico ed adatto ai bambini.

Per creare un FIDotto sono necessari all’incirca tre giorni di lavoro all’uncinetto, i draghetti vengono prodotti uno ad uno, con molto amore, da alcune signore volontarie di FID.

Per regalare un FIDotto per Natale è necessario scrivere a: segreteria@fondazionediabete.org e prenotarne uno.

Il contributo minimo richiesto è di 55€ che vengono interamente devoluti alla ricerca di una cura per il diabete di tipo 1. E’ importante prenotarli poiché, essendo interamente fatti a mano, sono pochi e numerati.

Categorie
Evento Natale Raccolta Fondi Ricerca

DIABETHON 2021

NON PRENDETE IMPEGNI L’11 E IL 12 DICEMBRE

Dopo il successo del Christmas Diabethon del 2020, il Diabethon raddoppia e da appuntamento all’11 e 12 dicembre 2021.

Avremmo voluto farlo di persona e in diretta digitale, quindi con una modalità mista, ma purtroppo l’ondata pandemica e la nuova variante del Covid, ci impongono di mantenere una diretta digitale: il Diabethon sarà in diretta sulla pagina Facebook e nel Canale YouTube della Fondazione Italiana Diabete.

Ma cosa è il Christmas Diabethon? E’ la prima prima maratona benefica in Italia, per raccogliere fondi per la ricerca di una cura al diabete di tipo 1. L’evento, unico ed innovativo, è stato creato da Fondazione Italiana Diabete anche come «regalo di Natale» alla comunità di persone e famiglie colpite dalla malattia, per fornire loro informazione, formazione, aggiornamento ed empowerment.

La prima edizione, completamente digitale, si è svolta il 27 dicembre 2020, con 10 ore di diretta in una giornata, una media di 400 persone collegate ad ora, oltre 200 mila persone raggiunte, circa 1500 domande cui è stata data risposta in diretta e oltre 30 mila euro di fondi raccolti.

La seconda edizione, su due giorni, avrà un programma intensissimo, che vedrà il meglio della ricerca e della clinica italiana e internazionale a disposizione della comunità per aggiornare e rispondere alle domane.

Si inizia sabato 11 dicembre alle 10,30 con una mattinata dedicata a capire come gestire l‘attività fisica con il diabete di tipo 1 in tranquillità e divertendosi. E poi, grazie ai suggerimenti arrivati proprio dalla community abbiamo deciso di creare dei momenti di scambio e informazione sugli aspetti psicologici legati alla malattia.

Per la sessione sullo sport: la dottoressa Girelli e Cristina Cucchiarelli. Mentre per gli aspetti psicologici saranno con noi Prisca Guglienetti e la psicologa Valentina Turra.

Mentre nel pomeriggio Fondazione Italiana Diabete racconterà i progetti di ricerca finanziati nell’ultimo anno e i ricercatori aggiorneranno sui tanti ed importanti passi che sono stati fatti quest’anno verso la cura definitiva del diabete di tipo 1. Avremo una sessione dedicata alla cura successiva, quindi ai trapianti di isole e una dedicata alla predizione e prevenzione della malattia.

Domenica 12 dicembre si concentrerà tutta sulla clinica e sulla gestione del diabete di tipo 1. 

Al mattino, un vero e proprio corso concentrato sulla conta dei carboidrati, utilissimo per iniziare, ma necessario anche a chi già pratica la conta dei carboidrati per aggiornarsi e imparare cose nuove. E poi una nuova ora dedicata alla discussione e al sostegno psicologico, in particolare rispetto al rapporto con il cibo e la paura delle ipoglicemie.

Il team dell’ospedale di Niguarda al completo per il corso di conta dei carboidrati e a seguire il rapporto psicologico con il cibo nel diabete di tipo 1 con Francesca Ulivi e la psicologa Dilletta Fiandaca.

Mentre al pomeriggio saranno protagonisti i sistemi ibridi e le tecnologie più avanzate (sensori, microinfusori e sistemi predittivi), per gestire la malattia: quelli che ci sono e quelli che stanno arrivando. Alle 15,30 una intera ora per capire come stare lontani dalle ipoglicemie, come uscirne rapidamente e come tornare a sentire i sintomi. E dalle 17,30 con “La pandemia che si vede e quella silente” sarà possibile sapere di più sui Vaccini Covid per gli under 12 e comprendere cosa stia accadendo con gli esordi di diabete di tipo 1 e l’aumento delle chetoacidosi.

La dottoressa Bruttomesso ci aiuterà a stare lontani dalle ipoglicemie; il professor Bonfanti e il dottor Laurenzi ci guideranno tra la tecnologia e i sistemi ibridi; sui vaccini Covid ci aggiornerà il dottor Scaramuzza e dell’epidemia silente di chetoacidosi parlerà il professor Cherubini.

Infine, in chiusura, Fondazione Italiana Diabete annuncerà un progetto molto ambizioso, in partenza nel 2022.

PER NON PERDERE LA DIRETTA DEL DIABETHON CONSIGLIAMO DI ISCRIVERSI QUI: https://www.facebook.com/events/4569205423194601/?ref=newsfeed

Categorie
Natale Ricerca

Fai un regalo di Natale per la ricerca!

Ecco i regali di Natale FID, che finanziano la ricerca di una cura definitiva al diabete di tipo 1.

In questo Natale strano e complicato i regali di Natale FID valgono di più, perché non solo faranno felici le persone a cui li donate, ma porteranno anche la speranza che viene dalla ricerca scientifica.

Infatti tutto il ricavato andrà a finanziare la ricerca di una cura definitiva al diabete di tipo 1. In più potete farli comodamente da casa, senza uscire, senza rischiare nulla, senza code e senza assembramenti.

Ci sono regali per tutti, grandi e piccini!

“Le avventure di Grig” – una favola per grandi e piccini

Questo è Grig, il draghetto che ha perso il suo fuoco e che affronta mille peripezie per trovarlo. “L’avventura di Grig” è una favola scritta e disegnata da Leo, nei giorni successivi alla sua diagnosi di diabete di tipo 1. E’ una favola magica che racconta ai bimbi come si possono superare tutti gli ostacoli e ai grandi l’immensa saggezza e forza dei bambini. Leo e la sua famiglia l’hanno regalata a FID per finanziare la ricerca e chi vuole può downloadare qui l’e-book con un contributo di 10 euro.

Qui potete acquistare e downloadare “L’avventura di Grig”: https://fondazionediabete.org/downloads/l-avventura-di-grig/

Per gli appassionati dei libri un po’ più grandi c’è questa toccante e anche divertente storia autobiografica che parla sempre dell’esordio del diabete di tipo 1, ma in una persona adulta. Si chiama “La vita di un’altra” e l’autrice Jessica Zanardo ha deciso di devolvere alla Fondazione Italiana Diabete e dunque alla ricerca tutti i proventi delle vendite di dicembre e gennaio. Se avete il diabete di tipo 1 probabilmente ripercorrerete con molta partecipazione il vostro viaggio, ma noi consigliamo di regalare il libro ai vostri amici e parenti, per fargli capire cosa significhi vivere con questa malattia. Saranno anche felici di sapere che con il vostro regalo hanno finanziato la ricerca di una cura per voi. Se invece non avete il diabete di tipo 1, beh, ecco l’occasione per capirci di più e aiutarci a guarire.

“La vita di un’altra” di Jessica Zanardo – i proventi dell’autrice saranno donati alla ricerca

Ecco il link ad Amazon per acquistare il libro: https://www.amazon.it/dp/8832040425/ref=cm_sw_r_cp_apa_fabc_Vt-VFbZDZ4BG2?fbclid=IwAR00DejpEuws7Xrj8HakyjwIb2SR6UE4o3K1Or3qcsW61-V6tzI-iTW8FGo

Se invece siete appassionati di fotografia ci sono degli scatti magnifici che aspettano solo di essere stampati! Marco Marongiu, persona con diabete di tipo 1, ha messo a disposizione di FID alcuni dei suoi bellissimi scatti, come quello qui sotto, nell’iniziativa “Uno scatto per uno scatto in avanti nella cura del diabete di tipo 1”.

Una delle meravigliose foto di Marco Marongiu.

Come funziona?

  1. andate sulla pagina Facebook dell’iniziativa e scegliete la foto o le foto che vi piacciono di più, segnandovi il codice. Qui: https://www.facebook.com/Uno-scatto-per-uno-scatto-in-avanti-verso-la-cura-del-Diabete-T1-100723048562501
  2. Poi andate qui, lasciate il vostro contributo (se potete, un minimo di 10 euro), scrivete la vostra mail e le foto che desiderate: https://fondazionediabete.org/dona-per-la-cura/#dona
  3. Vi arriverà la foto via mail o via wetransfer e a quel punto potete decidere come stamparla e incorniciarla (peraltro Marco è pronto a darvi molti consigli in merito, sempre sulla pagina facebook di “uno scatto per uno scatto in avanti”

Ed infine degli accessori super trendy per chi ha il diabete ed indossa sensori e microinfusori!

New3D: 1 euro alla ricerca per ogni pezzo venduto.

La New3D propone fasce e sostegni in gomma per sensori e microinfusori fatti con la stampante 3D. L’azienda è nata per volere dei genitori di una bimba con diabete di tipo 1. Da quest’anno hanno deciso di donare 1 euro per ogni articolo venduto alla Fondazione Italiana Diabete e alla ricerca. Gli articoli sono moltissimi e per tutti i gusti, li trovate qui: https://www.new3d.it/

Nella speranza che i nostri “regali per la ricerca” vi piacciano , Fondazione Italiana Diabete augura a tutti un Natale sereno e pieno di affetto e vi aspetta il 27 dicembre sulla pagina Facebook di FID per il Diabethon e per brindare assieme al nuovo anno!

Categorie
Natale Novità Ricerca

Una favola per Natale

La storia di Leonardo e del suo draghetto Grig,

alla ricerca del fuoco perduto.

Leonardo è un bimbo di 8 anni, di Bassano del Grappa, che a gennaio di quest’anno si è ammalato di diabete di tipo 1.

E’ stato ricoverato in ospedale per molti giorni, come tutti i bimbi che sono colpiti da questa malattia. Quando è tornato a casa dall’ospedale faceva tanta fatica ad addormentarsi. Così, il suo papà Massimiliano, per distrarlo e anche stimolarlo a tirar fuori le sue paure e le sue difficoltà gli ha consigliato di inventarsi una storia.

Sono nate così le avventure del draghetto Grig, che ha perso il suo fuoco e che gira tutto il mondo per ritrovarlo.

La fantasia di Leonardo e la sua capacità di rileggere la vita hanno così creato una storia incredibile, che parla di diabete e della faticosa strada per gestirlo e conviverci.
La favola era talmente bella che Leo e il suo papà hanno deciso di illustrarla: il papà ha fatto i disegni e Leonardo li ha colorati.

Hanno così trovato il modo di creare un piccolo regalo per ringraziare tutti gli amici che gli sono stati vicino in quel periodo “piuttosto noioso” (come disse Leonardo!).
I compagni di classe di Leonardo sono stati felicissimi di ricevere il regalo, la storia è piaciuta a tutti, una copia è stata depositata nella Biblioteca cittadina e se ne farà una lettura pubblica quando sarà possibile. La psicologa della diabetologia che segue Leonardo vorrebbe regalarne una copia a tutti i bimbi cui viene diagnosticato il diabete di tipo 1.

Così “L’Avventura di Grig” potrà servire a tanti bambini per divertirsi e combattere le loro paure.

Leonardo, il suo papà e la sua mamma hanno deciso di donare questa favola meravigliosa alla Fondazione Italiana Diabete perché, attraverso la vendita di un e-book si potessero raccogliere fondi per finanziare la ricerca di una cura al diabete di tipo 1.

Leonardo, come tutti i bambini con il diabete di tipo 1,

vorrebbe ritrovare il suo fuoco.

Se avete un bimbo o un adulto che ama le favole e volete regalargli una meravigliosa favola per Natale potete scaricare l’e-book facendo una donazione di 10 euro. Potete scegliere tra la versione in Italiano, quella in Inglese o quella in Spagnolo. Tutti i proventi verranno donati alla ricerca per una cura definitiva al diabete di tipo 1.

Un Buon Natale a tutti voi, a Leonardo, ai suoi genitori e anche al nostro draghetto Grig!